La stagione fredda e l’anziano: alcuni accorgimenti

Affrontare la stagione fredda: consigli per l’anziano

Così come in estate è fondamentale adottare alcuni accorgimenti per prevenire i danni legati ad una scorretta esposizione al sole e alle alte temperature, in inverno è importante proteggersi dal freddo e dagli altri fattori di rischio per la salute, legati a questa stagione. In particolar modo l’anziano dovrebbe prestare maggiore attenzione, dal momento che il suo corpo, come quello di un bambino, è più vulnerabile all’ambiente esterno e agli insulti climatici. Questo perché, fisiologicamente, l’invecchiamento porta con sé alcuni cambiamenti, quali:

  • Un’alterata percezione della temperatura esterna;
  • Una riduzione della capacità di produrre calore, legata non solo al consumo della massa muscolare, ma anche ad un’alimentazione scorretta e alla scarsa attività fisica (talvolta allettamento);
  • Indebolimento del sistema immunitario, che non è più in grado di contrastare efficacemente l’aggressione di virus e batteri, particolarmente attivi nella stagione fredda
  • Alterazioni a carico del sistema cardiovascolare, cui può seguire un aumento dei valori della pressione sanguigna in seguito a vasocostrizione. La contrazione dei vasi sanguigni, infatti, è un meccanismo che il nostro organismo mette in atto per poter conservare il più possibile il calore all’interno del corpo ed evitare che venga dissipato.

Quali sono, quindi, i potenziali fattori di rischio per l’anziano, in inverno?

  • Gli sbalzi di temperatura;
  • Ipotermia, che può diventare una vera e propria causa di morte nel caso in cui la temperatura corporea dovesse scendere sotto i 35°C;
  • La pioggia, la neve e il ghiaccio, che potrebbero aumentare il rischio di cadute e fratture;
  • Intossicazioni da monossido di carbonio, nel caso in cui gli impianti di riscaldamento non vengano controllati adeguatamente;
  • Influenza stagionale che può facilmente evolvere in polmonite e bronchite nell’anziano, per le basse difese immunitarie.

Quali accorgimenti adottare?

  • Indossare vestiti pesanti, giubbotto, sciarpa e berretto, in modo da mantenere calda ogni parte del corpo ed evitare colpi d’aria, pioggia e umidità;
  • Far controllare periodicamente l’impianto di riscaldamento ed assicurarsi che funzioni correttamente;
  • In casa tenere una temperatura tra i 18°C e i 22°C: non ci deve essere freddo ma nemmeno troppo caldo, per evitare gli sbalzi di temperatura;
  • Evitare di uscire in caso di pioggia e neve e, se possibile, farsi aiutare da figli, parenti o vicini di casa per le varie commissioni. Se è indispensabile uscire con tali condizioni climatiche, utilizzare delle calzature adeguate e sicure, che riducano il rischio di scivolare e cadere.
  • Seguire una dieta corretta, sana ed equilibrata, ricca di frutta e verdura di stagione che appontino le vitamine e i minerali necessari per affrontare al meglio i mali di stagione. E’, inoltre, importante prediligere le bevande e i cibi caldi;
  • Associare la dieta corretta ad una leggera e costante attività fisica giornaliera, per mantenere il corpo in salute e rafforzare la massa muscolare;
  • Stimolare le difese immunitarie con:
  • Prodotti naturali, quali: integratori a base di Rosa Canina, Ribes, Echinacea, Propoli, Vitamina D, Lattoferrina (ottima anche per prevenire infezioni da Covid-19) e fermenti lattici per mantenere l’intestino in equilibrio, dal momento che l’80% delle difese immunitarie risiede in questo distretto.
  • Eseguire il ciclo di vaccinazione contro il Covid-19
  • Non dimenticarsi dei vaccini anti-influenzali! Nella stagione invernale, oltre al Covid-19, sono attivi molti altri virus e batteri responsabili di sindromi influenzali. Da qui si deduce l’importanza di vaccinarsi anche contro i principali ceppi influenzali. Per quanto riguarda le sindromi para- influenzali (come le gastroenteriti, ad esempio), non esistono vaccini specifici, ma possono essere affrontate al meglio rafforzando il sistema immunitario, mettendo in pratica i consigli sopra indicati.