Al via Tavolo specializzazione medicina generale. Senior Italia FederAnziani: soddisfatti per accoglimento nostra richiesta

La Federazione della terza età ha raccolto oltre 122.000 firme per la sua istituzione

Roma, 11 maggio 2017 – Senior Italia FederAnziani ringrazia il Ministero della Salute e il MIUR per essersi prodigati per l’istituzione e l’insediamento che si terrà il 18 maggio p.v. del Tavolo per le scuole di specializzazione in medicina generale, chiesto a gran voce dai pazienti.

Come già noto a tutti, da qui al 2023 andranno in pensione 16.000 medici di medicina generale e un assistito su tre rimarrà senza medico.  In media ogni medico di famiglia segue 1.200 pazienti. A fronte di 3.000 medici che ogni anno vanno in pensione, i posti annuali per i giovani borsisti in medicina generale sono solo 900, con uno scarto di ben 2.100 posti lasciati vacanti ogni anno.

Per questo Senior Italia FederAnziani nel corso degli ultimi mesi ha raccolto oltre 122.000 firme al fine di costituire un Tavolo di lavoro che possa definire una immediata azione per compensare la perdita dei medici in pensione con l’ingresso di giovani professionisti che prendano in carico i pazienti.

Altrimenti ci ritroveremmo con 16 milioni di cittadini costretti a percorrere numerosi chilometri per avere il medico e con un po’ di fortuna essere visitati. Con tutte le conseguenze di una non corretta prevenzione, della mancanza di presa in carico del paziente, nonché con intasamento e crescita dei costi dei pronto soccorso, unica soluzione per un paziente che non si sente bene anche solo per una semplice influenza o indigestione.

Senior Italia Federanziani auspica e augura al Tavolo un fattivo lavoro, ma avverte che vigilerà ed è pronta a forti azioni di protesta nel caso in cui si riveli solo un tavolo di facciata o la solita melina.